I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 79% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

DISCLAIMER

Our systems have detected that you are using a computer with an IP address located in the USA. If you are currently not located in the USA, please click “Continue” in order to access our Website.

Local restrictions - provision of cross-border services

Swissquote Ltd is authorised and regulated in the UK by the Financial Conduct Authority (FCA). Swissquote Ltd is not authorised by any US authority (such as the CFTC or SEC) neither is it authorised to disseminate offering and solicitation materials for offshore sales of securities and investment services, to make financial promotion or conduct investment or banking activity in the USA whatsoever.

This website may however contain information about services and products that may be considered by US authorities as an invitation or inducement to engage in investment activity having an effect in the USA.

By clicking “Continue”, you confirm that you have read and understood this legal information and that you access the website on your own initiative and without any solicitation from Swissquote Ltd.

If cookies are currently disabled on your computer, you will be required to continue accepting this legal information for every new page visited on this website. In order to avoid this, please enable cookies on your computer.

Research Market strategy
by Swissquote Analysts
Daily Market Brief

Tono ribassista per la GBP

1

GBP sull’ottovolante ribassista

By Vincent Mivelaz

Molto probabilmente la GBP continuerà a essere volatile; la seduta straordinaria del parlamento britannico dovrebbe, infatti, avere un impatto significativo sulla direzione della sterlina. Anche se pare più probabile un rifiuto dell’accordo raggiunto dal premier Johnson, sembra che una Brexit dura ora sia comunque meno probabile, a vantaggio di un divorzio ordinato, se arriverà, notizia piuttosto positiva per gli sviluppi rialzisti della GBP. Tuttavia, in questo contesto, l’incertezza intorno alla richiesta di una proroga di tre mesi con possibile rifiuto dai membri dell’UE sarebbe limitata, per cui si aprirebbe la strada verso elezioni politiche o un secondo referendum nel Regno Unito, e forse anche un referendum sull’indipendenza della Scozia. Anche nel caso di un accordo rapido, la Banca d’Inghilterra rimarrà probabilmente in silenzio, poiché la sua valutazione degli effetti reversibili (ad es. il rallentamento degli scambi globali) e irreversibili (ad es. le perdite economiche nette dovute all’uscita dall’UE) richiederà del tempo. In ogni caso, a nostro avviso si allontana la prospettiva di rialzi del tasso, mentre è da considerare una traiettoria al ribasso dei tassi.

L’attenzione per la Brexit è aumentata, perché l’accordo di recesso concordato dal primo ministro britannico Johnson, che include una collaborazione doganale che si applicherebbe esclusivamente all’Irlanda del Nord, dovrebbe essere approvato dai leader dell’UE, mentre gran parte dei rischi riguarda il Regno Unito. Anche se la votazione dovrebbe concludersi in un testa a testa, pare che il partito conservatore al governo non otterrà il supporto sufficiente, dal momento che il partito unionista democratico nordirlandese, il partito nazionale scozzese e il partito laburista all’opposizione intendono bocciare la proposta, che ritengono sia più carente rispetto agli accordi proposti dall’ex premier May. In caso di bocciatura dell’accordo di divorzio, il primo ministro Johnson dovrebbe chiedere all’UE un’ulteriore proroga ai sensi dell’Articolo 50 della Legge Benn oppure rassegnare le sue dimissioni nel tentativo di rafforzare il suo potere attraverso le elezioni. Se l’UE accettasse la proroga, si aprirebbero scenari complessi, quali elezioni politiche, un secondo referendum oppure nuovi negoziati con l’UE. Per il momento si prevede instabilità per la GBP; le pressioni ribassiste domineranno in previsione del rifiuto, domani, dell’accordo di recesso.

 
Live chat