I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 79% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

DISCLAIMER

Our systems have detected that you are using a computer with an IP address located in the USA. If you are currently not located in the USA, please click “Continue” in order to access our Website.

Local restrictions - provision of cross-border services

Swissquote Ltd is authorised and regulated in the UK by the Financial Conduct Authority (FCA). Swissquote Ltd is not authorised by any US authority (such as the CFTC or SEC) neither is it authorised to disseminate offering and solicitation materials for offshore sales of securities and investment services, to make financial promotion or conduct investment or banking activity in the USA whatsoever.

This website may however contain information about services and products that may be considered by US authorities as an invitation or inducement to engage in investment activity having an effect in the USA.

By clicking “Continue”, you confirm that you have read and understood this legal information and that you access the website on your own initiative and without any solicitation from Swissquote Ltd.

If cookies are currently disabled on your computer, you will be required to continue accepting this legal information for every new page visited on this website. In order to avoid this, please enable cookies on your computer.

Research Market strategy
by Swissquote Analysts
Daily Market Brief

Brexit e guerra commerciale; TRY: breve recupero

1

I colloqui sulla Brexit e sulla guerra commerciale sono al centro della scena

By Arnaud Masset

Questa settimana i mercati finanziari sono rimasti molto sensibili agli sviluppi politici e geopolitici con la guerra commerciale Cina-USA e i negoziati sulla Brexit sotto i riflettori.Anche se il cosiddetto accordo commerciale di "prima fase" assomiglia sempre di più a un disastro, i partecipanti al mercato sono rimasti per lo più rialzisti.Dopo una debolezza temporanea, i futures S6P 500 hanno ripreso la tendenza al rialzo.Dall'altra parte dell'Atlantico, la speranza di una risoluzione positiva dei negoziati sulla Brexit tra l'UE e il Regno Unito ha dato una spinta alle azioni e alla sterlina.La coppia GBP/USD è stata in grado di consolidare i guadagni spettacolari della scorsa settimana - quando è salita di oltre il 4%, da 1.22 a 1.27 - e ora negozia lateralmente intorno a 1.2650 poiché i negoziati continueranno per tutta la settimana.

In Svizzera, le azioni farmaceutiche hanno subito un colpo dopo che il rappresentante commerciale statunitense Robert Lighthizer ha suggerito che l'amministrazione statunitense potrebbe imporre dazi ai prodotti farmaceutici dalla Svizzera nel tentativo di bilanciare un saldo commerciale totale negativo di $ 20 miliardi nel 2018.Gli Stati Uniti rappresentano oltre un terzo delle esportazioni farmaceutiche svizzere.I titoli azionari delle società farmaceutiche svizzere sono calati ieri all'apertura, con Roche e Novartis in calo di quasi il 2%; tuttavia, entrambi hanno ridotto le perdite nel corso della giornata.

Data la mancanza di importanti notizie economiche questa settimana, i mercati finanziari rimarranno molto sensibili a tali sviluppi e molto probabilmente continueranno a negoziare lateralmente in assenza di una risoluzione significativa sui fronti della guerra commerciale e della Brexit.

Gli interventi sulla TRY non aiuteranno

By Vincent Mivelaz

Potrebbero sorgere domande su ciò che in realtà avvia la fase di recupero della lira turca nonostante l'ultimo annuncio delle sanzioni statunitensi contro l’economia turca.Alcuni potrebbero dire che le sanzioni sono più lievi di quanto si pensasse inizialmente; tuttavia sembra che i recenti sforzi dello stato turco per stabilizzare la TRY abbiano probabilmente un effetto limitato.Mentre l'incursione delle forze turche avanza attraverso la Siria nordorientale per neutralizzare la milizia curda nella regione, sembra che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan non dovrebbe arretrare in vista dell'attuale situazione politica, aprendo la strada a nuove sanzioni commerciali e facendo pressione sulla Banca centrale turca per fare ulteriori tagli.

Il peggioramento delle difficoltà economiche sta pesando sulla lira a seguito del rilascio dei deboli dati sulla produzione industriale nel mese di agosto, con una produzione mese su mese e su base annuale in calo del -2,80% (precedente:4,30%) e -3,60% a / a rispettivamente.Pertanto, quest'ultimo mette in dubbio i tempi delle prossime fasi di allentamento della CBT, poiché la sua ultima valutazione dell'economia turca per una "ripresa moderata" ha piuttosto ridotto il margine per ulteriori tagli.Vorremmo piuttosto suggerire che la CBT probabilmente adotterà una posizione più accomodante la prossima settimana, poiché le attuali sanzioni statunitensi sui funzionari turchi e un aumento dei dazi sulle importazioni dal 25% al 50% dovrebbero mantenere la TRY sotto costante pressione.In questo contesto, gli interventi delle banche statali turche, che la scorsa settimana hanno superato i 3,5 miliardi di dollari, non dovrebbero essere sufficienti a limitare il declino.

L’USD/TRY è attualmente scambiato a 5.9125, avvicinandosi a 5.9380.

 
Live chat