I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 79% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

DISCLAIMER

Our systems have detected that you are using a computer with an IP address located in the USA. If you are currently not located in the USA, please click “Continue” in order to access our Website.

Local restrictions - provision of cross-border services

Swissquote Ltd is authorised and regulated in the UK by the Financial Conduct Authority (FCA). Swissquote Ltd is not authorised by any US authority (such as the CFTC or SEC) neither is it authorised to disseminate offering and solicitation materials for offshore sales of securities and investment services, to make financial promotion or conduct investment or banking activity in the USA whatsoever.

This website may however contain information about services and products that may be considered by US authorities as an invitation or inducement to engage in investment activity having an effect in the USA.

By clicking “Continue”, you confirm that you have read and understood this legal information and that you access the website on your own initiative and without any solicitation from Swissquote Ltd.

If cookies are currently disabled on your computer, you will be required to continue accepting this legal information for every new page visited on this website. In order to avoid this, please enable cookies on your computer.

Research Market strategy
by Swissquote Analysts
Daily Market Brief

Settimana decisiva per la Brexit, minaccia di dazi statunitensi

1

Settimana decisiva per la Brexit

By Peter Rosenstreich

In Europa, i colloqui tra il Regno Unito e l’UE hanno subito una pausa dopo gli sviluppi positivi poiché il Primo Ministro irlandese ha indicato che un accordo potrebbe essere raggiunto. La scorsa settimana, Leo Varadkar e Boris Johnson si sono impegnati in trattative di ultimo momento che hanno sollevato le aspettative di un possibile accordo sulla Brexit. I dettagli dell'accordo sono vaghi, ma le voci indicano che Johnson si è compromesso sulle questioni doganali nell'Irlanda del nord, ma avrebbe il diritto di veto su eventuali modifiche. Con la schema dell’accordo più semplice, l'Irlanda del Nord rimarrebbe nell'unione doganale dell'UE. Ciò rappresenta un sostanziale cambiamento da parte del governo irlandese che finora è stato relativamente negativo riguardo alle prospettive delle discussione in corso. Con "l'orologio sul campo", i colloqui sulla Brexit hanno assunto un aspetto maniacale aumentando la probabilità di un catena de eventi. L'aumento della sterlina a 1.2703 (media mobile a 200 giorni) è stato leggermente corretto poiché i colloqui si sono interrotti nel fine settimana. Con i colloqui a Bruxelles e il discorso dell Regina, il flusso di notizie sarà "in arrivo". Il discorso della Regina illustrerà i piani del governo per la legislazione, compresi i dettagli per la proposta di legge sull'accordo di ritiro, nel caso l'UE concordasse un accordo sulla Brexit questa settimana. Entro giovedì, il mercato dovrebbe avere una visione migliore di ciò che accadrà, ma attualmente la fattibilità è molto bassa. Il mercato continua a scontare un risultato meno dirompente. Non crediamo che il risultato sia già sul campo, quindi manterremo il trading di GBP leggero.

È l'ora dei dazi!

By Vincent Mivelaz

I mercati azionari asiatici stanno celebrando gli ultimi titoli secondo cui la prima fase di un potenziale accordo commerciale dovrebbe essere firmata entro la metà di novembre 2019. Tuttavia, la tendenza non supporta le azioni dell'UE in quanto gli Stati Uniti dovrebbero annunciare dazi per $ 7,5 miliardi sui beni dell'UE entro metà ottobre in seguito alla sentenza dell'OMC sui sussidi Airbus mentre emergono voci su potenziali dazi sul settore farmaceutico svizzero.

Gli investitori asiatici hanno puntato lo sguardo ai negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina che avrebbero costretto la Cina ad acquistare fino a $ 40 - $ 50 miliardi di prodotti agricoli statunitensi all'anno, in cambio di un differimento dei dazi statunitensi sui $ 250 miliardi di beni cinesi. Tuttavia, i progressi commerciali rimangono limitati poiché le prossime fasi incentrate su questioni strutturali come il trasferimento forzato di tecnologia, la protezione della proprietà intellettuale e le sovvenzioni del governo probabilmente muteranno le attuali opinioni ottimistiche poiché i dazi di dicembre sui $ 156 miliardi di merci cinesi sono ancora in cantiere. Nonostante l'ottimismo a breve termine, il rilascio dei dati delle esportazioni e importazioni di settembre al -3,20% (precedente: -1%) e -8,50% (precedente: -5,60%), scendendo rispettivamente a un minimo di 7 mesi e 4 mesi in un contesto di bassa domanda interna dovrebbe costringere le autorità cinesi a rafforzare le misure di allentamento della politica monetaria al fine di mantenere l'attuale obiettivo di crescita nella fascia inferiore dell'attuale fascia target del 6% - 6,50%. Sulla stessa linea, i legislatori dell'UE sono disposti ad adottare contromisure contro i dazi statunitensi in materia di aerospazio, whisky e settore caseario previsti nei prossimi giorni, poiché ulteriori dazi sulle auto dell'UE potrebbero entrare in vigore a novembre, aprendo la strada all'escalation delle tensioni commerciali. Inoltre, l'industria farmaceutica svizzera potrebbe subire sanzioni simili con l'introduzione di dazi sulle esportazioni svizzere di droghe negli Stati Uniti, il secondo mercato più grande dopo l'UE. Questo non solo danneggerebbe la competitività e i margini dell'industria farmaceutica svizzera (ad es. generici e biosimilari), ma avrebbe anche un impatto notevole sul paese, poiché l'industria rappresenta circa un quinto del contributo del PIL.

L'USD/CNY è attualmente scambiato a 7.0743, leggermente al di sopra dell'attuale correzione a 7.0725.

 
Live chat