Nuova Regolamentazione ESMA

 

Nuova Regolamentazione ESMA

 

A giugno, l'Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati (ESMA) ha annunciato la sua decisione di attuare una serie di misure intese ad armonizzare la regolamentazione a livello Europeo.

Queste modifiche sono entrate in vigore il 1 ° agosto 2018 e mirano a fornire una migliore protezione ai clienti retail che commercializzano prodotti con leva finanziaria, come i CFD.

Siamo forti sostenitori del trading responsabile e supportiamo le iniziative stabilite dall'ESMA. Ti consigliamo di leggere l'intera dichiarazione ESMA qui.

Panoramica delle misure previste

Per i clienti retail le modifiche sono descritte di seguito. Ci sono tre cambiamenti principali che influenzeranno il modo in cui viene mantenuto il tuo account: requisiti di margine, regole di chiusura posizioni in assenza di margine e protezione da saldo negativo.

  • Limiti sull'utilizzo di leva per nuove posizioni.
  • Livello di stop-out al 50% per conto.
  • Protezione da saldo negativo, per limitare le perdite del cliente.
  • Divieto all'offerta di benefits per incentivare l'attività di trading.
  • Dichiarazione di avvertimento standardizzata sui rischi connessi all'attività di trading, per tutto il materiale promozionale.

Oltre a questi cambiamenti continuerai a beneficiare di:

  • fondi segregati in conti bancari separati;
  • accesso al servizio finanziario Ombudsman;
  • ammissibilità a richiedere il risarcimento ai sensi del Financial Services Compensation Scheme (FSCS).

I principali cambiamenti e come influenzeranno la tua attività

Nuovi livelli di margine richiesti

Le nuove regole dell'ESMA saranno applicate dal 30 luglio 2018, con le seguenti restrizioni sulla leva finanziaria per i clienti retail:

  • Leva di 1:30 sulle principali coppie di valute = margine del 3,33%​
  • Leva 20: 1 sui principali indici e oro = margine del 5%​
  • Leva finanziaria 10: 1 sulle materie prime (escluso l'oro) = margine del 10%​
  • Leva 5: 1 su azioni e obbligazioni = margine del 20%​

Ad esempio, se un cliente al dettaglio ha collocato un cambio EUR / USD a leva 100: 1 prima del 30 luglio 2018 con un valore nozionale di € 10.000, il requisito di margine minimo sarebbe di € 100. Dopo tale data, il margine minimo richiesto sarà di € 333.

Qualsiasi operazione già aperta prima dell'introduzione delle nuove regole rimarrà sui livelli di margine pre-esistenti.

Stop-out: chiusura per assenza di margine

Se il margine totale in un conto scende oltre il 50% dell'importo del margine iniziale richiesto rispetto alla posizione aperta su CFD, dovremo chiudere una o più posizioni su CFD - tuttavia la regola non prescrive quali posizioni debbano essere chiuse fuori o in quale ordine.

Protezione da saldo negativo

Il cliente retail non potrà mai perdere più della somma totale investita per la negoziazione in CFDs. Non ci può essere alcuna perdita o obbligo residuo di fornire fondi aggiuntivi oltre a quelli presenti nel conto di trading del cliente retail.

Chi è escluso?

Queste modifiche interesseranno solo i clienti retail, i clienti professionali sono esenti da tali misure di intervento.

I clienti professionali o coloro che verranno riclassificati come tali, trarranno vantaggio da quanto segue:

 

Nessuna limitazione sull'utilizzo di leva

Sicurezza di un Gruppo Svizzero

Servizio VIP e partecipazione ad eventi riservati

Assistenza e supporto dedicato

Segregazione di fondi

Registrazione prioritaria all'apertura del conto

 

Come cliente professionale, potresti perdere alcune protezioni normative offerte ai clienti retail, compresi quelli descritti di seguito.

  • Avvertenza ai rischi: potrebbero non essere fornite informazioni aggiuntive ad esempio su costi, addebiti o avvertenze sui rischi, fornite invece ai clienti retail.
  • Appropriatezza: possiamo presumere tu abbia il livello necessario di esperienza e conoscenza nel valutare se un prodotto o un servizio è appropriato per te.
  • Esecuzione dell'ordine: siamo tenuti a ottenere il miglior risultato possibile quando eseguiamo ordini per i nostri clienti. Per i clienti retail questo si basa sui costi totali, mentre possiamo stabilire la priorità di altri fattori quando si tratta di clienti professionali.

Come professionista non trarrai vantaggio da alcuna protezione da saldo negativo offerta ai clienti retail, tuttavia continueremo a trattare i tuoi soldi come Denaro del Cliente e se sei un consumatore avrai comunque accesso al Servizio Ombudsman Finanziario (FOS) e il Financial Services Compensation Scheme (FSCS) nel caso improbabile di nostro default.

 

Cosa faccio dopo?

Per qualificarsi come un cliente professionale è necessario seguire i seguenti tre semplici passaggi: